Superare la distanza

In questo ultimo mio viaggio ci sono stati così tanti bei momenti che alla fine, inevitabilmente, si sono scontrati con la loro fine. Sara ed io abbiamo pensato all’ultimo giorno diverse volte, ma abbiamo sempre guardato altrove per goderci i giorni restanti. Essere strappati l’uno dall’altro non sarà mai una cosa facile da vivere. Soffriremo ogni volta e immagineremo come sarà, alla fine, e una volta per tutte, stare insieme. Fino a quel momento, è destinato ad arrivare un treno che fischia mentre le nostre mani rimangono unite per un ultimo breve istante. “Tornerò, amore mio”. Da Reggio nell’Emilia a Milano, da Milano a Parigi, da Parigi a Los Angeles e infine da Los Angeles a San Diego – in qualsiasi punto avrei potuto girarmi, ma ho proseguito. Tornerò e un giorno tornerò per sempre, vita mia.

Durante il mio viaggio da Los Angeles a San Diego, ho avuto con me un pezzo di Sara grazie alla playlist su Spotify con alcune delle nostre canzoni preferite. Queste mi hanno accompagnato lungo l’autostrada I-5 che abbraccia la costa dell’Oceano Pacifico. The Logical Song, Funky Town, New York New York e molte altre venivano suonate dalla mia macchina e dai miei ricordi; erano sì confortanti, ma erano e sono solo un rimedio temporaneo alla nostra separazione. Dopo aver passato un mese intero di dolci momenti passati insieme, ora dobbiamo aspettare tre lunghi mesi per rivederci. Quando finalmente sono arrivato a San Diego tutto mi sembrava strano nonostante gli utlimi sette anni vissuti lì. Sara non era qui e ora dobbiamo affrontare la parte più difficile, cercando di rimanere strettamente connessi nonostante tutta la distanza.

La parte più difficile di una relazione a distanza è proprio la sensazione di perdere quei momenti che uniscono le normali coppie. Dobbiamo essere creativi e non convenzionali a fare qualcosa di pazzesco, come iniziare un blog e creare un canale YouTube – che, oltretutto, ci aiutano a rimanere connessi nonostante la distanza. Dobbiamo comunicare spesso e condividere anche i più piccoli dettagli della nostra vita. Ma forse la cosa più importante fatta finora, è che abbiamo iniziato a stabilire obiettivi che un giorno vogliamo raggiungere insieme. Questo è sia divertente che stimolante perché iniziamo a investire tempo ed energie nei nostri sogni e possiamo iniziare a vedere in quali modi diversi cominciano a realizzarsi.

Per ora sono felice di dire che Sara è mia e che la rivedrò presto, a dicembre. Stiamo anche programmando qualcosa per la prossima primavera! Ci sono molti altri momenti da condividere e sicuramente supereremo la distanza

Hasta la victoria, siempre!